Home In Provincia Un nuovo depuratore per il comune di Scandale

Un nuovo depuratore per il comune di Scandale

Il progetto sotto l'attenzione dei tecnici della Regione Calabria

163
0
CONDIVIDI
Vedibi Banner News
Omcs – Banner News
Domus Funerarium – Banner News
Ormas – Banner News
CrotoneOk – Banner News
Giangreco Banner
Reale Mutua – sezione post
L’Insolito Bar – News
Crotone Service – Banner News
Rlm – Banner News
Gallella Viaggi
McDonald’s- News McBacon
Michele Affidato – sezione post

Un nuovo progetto commissionato dal Comune di Scandale legato alla realizzazione di un nuovo impianto di depurazione all’interno del territorio del capoluogo e un altro da dislocare nella frazione di Corazzo. Col passare del tempo diventa sempre più concreta l’ipotesi di eliminare e bonificare i vecchi depuratori, le cui condizioni fatiscenti erano già state evidenziate dal primo cittadino Iginio Pingitore.

Il nuovo progetto, attualmente sotto l’attenzione dei tecnici della Regione Calabria. Il sindaco Pingitore dopo aver chiesto e ottenuto un incontro presso l’Assessorato all’ambiente tra il progettista e i tecnici della Regione Calabria ha dovuto riscontrare l’assoluta improponibilità del ripristino dei vecchi impianti.

Pertanto considerati gli obiettivi d’indirizzo forniti dall’Amministrazione comunale, nel voler minimizzare nello specifico le spese di gestione del futuro impianto e poter garantire un refluo che soddisfi i requisiti delle norme, si è concordato di realizzare un singolo impianto di depurazione, dimensionato per l’intero centro abitato tenendo conto della popolazione della cittadina approssimativamente di 3.000 anime.

Il convogliamento dei reflui dall’interno centro abitato verso il nuovo impianto sarà garantito da sei stazioni di sollevamento posto a valle della strada nazionale verso nord-ovest, tutti scarichi a cielo aperto, dimensionati con tempi di detenzione compresi fra i dieci e i quindici minuti.

La località di Corazzo sarà allo stesso tempo equipaggiata con l’impianto di depurazione monoblocco, ubicato in prossimità dell’impianto esistente e capace di garantire il trattamento nei limiti di legge dei reflui delle case sparse nella località. La località Parrera sarà invece fornita da una vasca imhoff, opportunamente dimensionata al piccolo nucleo.