Un Ferragosto di relax e divertimento tra mare e montagna, cibo e compagnia

Il fresco della Sila o la sabbia tra i piedi? I preparativi di crotonesi e turisti per il 15 di agosto
0

RLM Costruzioni – News

Ma cosa farai a Ferragosto? Questa festa, che divide in due le vacanze estive, si avvicina. Mancano difatti solo cinque giorni e noi crotonesi siamo alla prese con il da farsi. In molti chiediamo alle nostre nonne cosa cucineranno, in tanti stanno ancora decidendo se sarà mare o Sila. Molte attività commerciali chiuderanno solo pochi giorni, mentre lavoreranno proprio giovedì 15 i ristoratori. Ferragosto non è solo giorno del divertimento, ma anche del riposo dai giorni lavorativi. Tutti noi godiamo del mare in città ma sono in molti, ad esempio, a scegliere la Sila, a pochi passi da Crotone. «A Ferragosto andrò in Sila, e precisamente a Camigliatello – ha dichiarato Luca, trentaquattrenne – porterò la mia compagna a mangiare in una trattoria, in un bel luogo. Sarà una giornata di relax all’ombra della Sila, perché faremo lunghe camminate». Mentre per Bruno, cinquantatreenne sarà una giornata di mare sulla costa di Capo Colonna: «Faremo un bel bagno lì, gustando un tipico pranzo preparato a casa da mia moglie. E poi sai, un bel melone…». Daniela ventinovenne, invece, opterà anche lei per i monti della Sila, dove tra il fresco degli alberi e una passeggiata in riva al lago, la giornata sarà alternata da grigliate di carne: «Abbiamo deciso di concenerci qualche giorno di relax nella vicina Sila in modo da godere delle bellezze di questo bosco. Abbiamo preso in affitto una casa, dove staremo con tutta la mia famiglia e, ovviamente, il mio fidanzato». Giornata di mare e amici, invece, per Vincenzo, di trenta quattro anni: «Io invece andrò di buon mattino a mare, per un bel tuffo. Poi mi raggiungerà qualche amico, per stare insieme fino a mezzogiorno, poi pranzeremo insieme. Non faremo nulla di particolare, una mattinata nel nostro mare e poi pomeriggio riposo».

Vacanza di ferragosto alternativa per Daniele che è con sua moglie e la piccola bimba (nata due anni fa) a Bucarest, Romania: «In effetti è una vacanza particolare. Desidero conoscere questi luoghi, sopratutto la Transilvania, dove hanno girato il famoso film di Dracula di Bram Stocker». Indeciso invece Loris, trent’anni, che deciderà con gli amici se sarà vacanza in Sila o in riva al mare a Scalea. Mentre proprio qualche sera fa, discutendo con un’amica ristoratrice, abbiamo discusso sul giorno di ferragosto, città dove la sua famiglia lavorerà: «Bè, se vogliamo far decollare il turismo ed accogliere i turisti, i locali devono essere aperti il 15 agosto sul lungomare. Va fatto». Giovanni, invece, quarantotto anni, porterà sua moglie e le tre figlie a mare, in un lido balneare: «Se non ci sarà vento, e me lo auguro vivamente, staremo tutta la giornata lì, con un bel pranzo preparato da mia moglie. Una giornata a mare. Invece per la Sila andremo qualche giorno dopo, quando ci sarà meno gente. Per Ferragosto ovviamente sarà tutta piena». Simone, diciannove anni, il 15 agosto sarà impegnato con il suo lavoro: «Le ore come sempre, poi la sera credo in spiaggia con amici». C’è chi invece sta già preparando il pranzo di Ferragosto, pensando ad una pineta a Gabbella, dove stare in compagnia tutta la giornata con amici: «Le vrasciole prima di tutto, le frigge mia madre la mattina. Poi birre e melone in acqua per mantenerli freschi. Poi non si capirà nulla, lasagne, riso freddo, insalate, parmigiane… ci sarà tanto mangiare per tutti i gusti, dato che saremo in tanti a passare una giornata sì a mare, ma al fresco. Se vuoi andare in Sila alle 7 del mattino trovi già tutto pieno, poi magari un altro giorno di agosto». Michele, insegnante in pensione in Emilia Romagna, farà il classico pranzo in famiglia, riunita anche con i figli: «A mare vediamo, però il pranzo a casa con tutti i parenti. E’ l’occasione giusta per stare tutti insieme, ci sono pure i miei figli. Sto via tutto l’anno, questa è l’occasione giusta».