Una fermata fantasma ed una “cabriolet”

Una fermata fantasma ed una “cabriolet”

Con l’arrivo dell’inverno quello che salta all’occhio e l’annoso problema delle cabine adibite a fermata dell’autobus sparse per la città.

In alcuni punti, vedesi Corso Messina, le fermate rimangono “fantasma”, con la totale assenza delle strutture di attesa degli autobus – con gli stessi costretti ad effettuare la fermata lungo la trafficata strada -, in altri casi, vedesi via Giovanni Paolo II, le stesse risultano da molti mesi danneggiate, con la copertura che ormai è completamente assente, il che le rende praticamente inutili al fine di proteggere i cittadini dal ripetersi di abbondanti piogge.