Una super Rari Nantes batte il Catania: in porta uno straordinario Simone Sibilla

Una super Rari Nantes batte il Catania: in porta uno straordinario Simone Sibilla

Vincere quando si è obbligati a vincere è forse più difficile di vincere una partita. E probabilmente sta tutta qui il commento sulla sfida che ha visto trionfare la Rari Nantes L.Auditore nella quattordicesima giornata del campionato nazionale di Serie B in quel di Catania contro i padroni di casa dell’Etna Waterpolo.

Non c’erano alternative: se si voleva continuare a restare in testa alla classifica bisognava battere i catanesi. E così è stato. L’Auditore vince con merito 11-7 dopo aver condotto l’incontro sempre con almeno 4 goal di vantaggio. Sempre in controllo del risultato e del ritmo della partita. Sempre in fiducia e sempre ben consapevole di quando accelerare e quando raffreddare gli animi.

La squadra avversaria lasciata con sole tre segnature per quasi tre tempi, ha dovrò ben presto riconoscere la superiorità dei pitagorici, ma continuando in modo arcigno ed ammirevole a dare del filo da torcere fino all’ultimo.

Quest’oggi Simone Sibilla si erge a protagonista assoluto. Entrato ben presto in acqua per sostituire Dodò Ruggiero, causa in piccolo infortunio occorso, ha dimostrato a tutti cosa significa “farsi trovare pronti”. Parate sensazionali.

Da segnalare tre goal pazzeschi: Raffaele Cusmano (5 oggi per lui) autore di una beduina finita sotto l’incrocio da oltre 5 metri, Giuseppe Candigliota (3 goal) autore di una palombella dal centro che ha freddato il portiere avversario e Alessandro Caliogna con un tiro fortissimo da oltre otto metri che si è infilato sulla testa del portiere.

Tre punti importantissimi che ci confermano primi in classifica con 36 punti sui 39 disponibili a più 2 sulla Polisportiva Acese e più sei sulla Waterpolo Palermo con quattro giornate al termine della regular season.