Undici anni fa veniva uccisa Lea Garofalo, il ricordo a Petilia Policastro

Undici anni fa veniva uccisa Lea Garofalo, il ricordo a Petilia Policastro

Il ministro Provenzano: «Continuiamo a ricordarla contro tutti quelli che la volevano non solo morta ma dimenticata»

Sono passati undici da quando la ‘ndrangheta l’ha uccisa. Undici anni da quando il suo no all’omertà le è costato la vita. Il 24 novembre del 2009 Lea Garofalo, collaboratrice di giustizia è stata assassinata a Milano dove viveva con la figlia Denise e dove voleva ricominciare, o almeno ci provava.

Oggi il sindaco di Petilia Policastro, dove Lea è cresciuta e ha vissuto fino al suo trasferimento in Lombardia, ha voluto ricordarla con dei fiori che sono stati posti sotto il monumento a lei dedicato.

Su twitter invece il ministro per il Sud e la Coesione Territoriale, Giuseppe Provenzano ha scritto: «Ha combattuto la ‘ndrangheta, perchè la figlia potesse vivere una vita diversa dalla sua. Continuiamo a ricordarla, contro tutti quelli che la volevano non solo morta, ma dimenticata».



Articoli Correlati: