Un’estate tra mare, gusto e divertimento

0

RLM Costruzioni – News

Continua anche questa settimana il nostro tour estivo tra la movida crotonese e le bellezze del nostro incantevole territorio. La bella stagione è ormai entrata nel vivo e in città arrivano i primi turisti vogliosi di conoscere la terra di Pitagora e di Milone, di Alcmeone e Democede.

Una terra ricca di storia che vale la pena raccontare e scoprire, una terra da vivere dall’alba alla notte che d’estate si accende anche di divertimento. Le giornate, a Crotone, sono piene. Si inizia quando sorge il sole con spettacoli mozzafiato da godersi magari affacciati sul mare. Da via Cristoforo Colombo a viale Gramsci, i primi raggi riscaldano la costa.


Una meraviglia da ammirare magari approfittando delle tante attività commerciali che propongono una colazione a due passi dallo ionio. E poi di corsa al mare tra un tuffo e l’altro per rinfrescarsi un po’, o ancora in giro per il centro, nei nostri negozi pronti a proporre prodotti in promozione visto che i saldi partono proprio oggi anche in Calabria. Ma tra solleone e passeggiate, ritagliatevi un po’ di tempo per visitare i luoghi simbolo della città e dei comuni della provincia.

La scorsa settimana abbiamo suggerito una passeggiata a Capocolonna, Santa Severina e Le Castella. Abbiamo ricordato il tesoro nascosto nei nostri fondali e l’Area Marina Protetta Capo Rizzuto. Ma Crotone è tanto altro. Per chi vuole rimanere nel centro, immancabile è la visita al nostro centro storico. con i suoi palazzi nobiliari e gli stretti, con quello profumo d’antico che incontra la modernità. Posto su di un’altura, a ridosso del mare, la zona è stata racchiusa fino alla fine dell’800 dalla cinta murale cinquecentesca. Secondo gli archeologi è qui, infatti, che sorgeva l’acropoli dell’antica Kroton. Come riportato dal sito del Comune di Crotone si tratta «di un tessuto urbano molto stratificato, a cui per le continue distruzioni, ricostruzioni, rimaneggiamenti, aumenti di volume, sovrappostisi nel corso di circa tre secoli, non si può attribuire nessun appellativo del tipo Bizantino, Medioevale, Rinascimentale, Barocco. Tutti da ammirare i grandi palazzi: palazzo Gallucci, palazzo Barracco, palazzo Giunti, casa Zurlo, palazzo Albani, palazzo Sculco, palazzo Lucifero, palazzo De Mayda, palazzo Berlingeri, palazzo Morelli, casa Olivieri-Susanna, palazzo Suriano, casa Turano. edifici che raccontano nella loro maestosità. Passeggiando per le vie del centro storico, magari sorseggiando granite e gustando gelati, non ci si può davvero esimere dall’entrare nella Cattedrale. il duomo di Crotone. La costruzione originaria della Cattedrale dovrebbe risalire al IX secolo.

Inizialmente fu intitolata a San Dionigi, successivamente, intorno al 1462-1463 alla Maria Santissima Assunta in cielo. Nel corso dei secoli, la chiesa fu soggetta a vari interventi di restauro, sebbene nel XVI secolo il vescovo A. Lucifero operò una sua ricostruzione integrale, utilizzando materiali asportati dall’antico tempio di Hera Lacinia. L’interno della chiesa è a tre navate, divise da pilastri. Nella Cattedrale è posto l’altare privilegiato dove viene custodito il quadro grande della Madonna di Capocolonna.

La cappella, consacrata nel 1911, fu progettata dal Farinelli ed affrescata dal Severini. È riccamente decorata da stucchi ed affreschi, realizzati nel 1904 da Filippo de Falco e dal Boschetto, narrano del ritrovamento della Sacra Immagine e degli eventi miracolosi dovuti all’intercessione della Madonna Nera. Se amate la storia basta fare qualche metro in più per raggiungere l’ingresso dello storico liceo Pitagora. Costruito nei primi anni ’30 su progetto dell’ingegner Franco Lamanna, quattro anni dopo venne aggiunto il bel giardino che ancora oggi ne adorna l’esterno. Ornato da poche decorazioni, richiama lo stile dei palazzi ottocenteschi, ben armonizzandosi con i palazzi del centro storico che sorgono nelle sue immediate vicinanze, e dell’architettura di regime. Un vero e proprio gioiello situato nei pressi di Piazza Umberto che è anche il simbolo di generazioni di studenti. Per chi invece vuole conoscere anche il territorio provinciale, non c’è che scegliere la meta. I comuni limitrofi sono anch’essi infatti ricchi di luoghi da visitare e di storie da conoscere. Oltretutto è possibile scegliere tra mare e montagna, in base alle proprie preferenze. E tra una visita e l’altra non dimenticate di approfittare di qualche ora di riposo per assaggiare i menù tipici del crotonese o con gli apericena, sempre più di moda in tutta Italia. I locali, a pranzo e a cena, propongono squisite specialità preparate con ingredienti genuini, a chilometro zero. Cucina tradizionale o di “tendenza”, piatti tipici o novità, pizze o panini, Crotone è pronta a deliziare i palati di tutti, grandi e piccini. Molte eccellenze sono prodotte in Calabria.

Il pane di Cutro, il caciocavallo silano DOP ad esempio, che ha ottenuto la denominazione di origine protetta nel 1996, il Pecorino crotonese Dop, uno dei formaggi più diffusi dentro e fuori i confini regionali, la sardella, una salsa di bianchetti di piccola e media taglia, arricchita con peperoncino, sale e spesso finocchio selvatico che viene “festeggiato” ogni anno a Crucoli, con una sagra. E poi ancora gli insaccati e tutti i prodotti ittici. Insomma, se volete gustare la vera cucina mediterranea, a Crotone basta scegliere il locale che più vi aggrada e farvi magari consigliare dallo chef. Una volta assaggiati, i prodotti della nostra regione sono davvero irresistibili. Secondo un’indagine condotta lo scorso anno da Coldiretti «oltre il 50% dei turisti che sono stati in Calabria e ritornano a casa portano con loro cibo “made in Calabria”. Un altro segmento di turisti composto in larga prevalenza di emigrati calabresi che vivono in Italia o all’estero in vacanza nella terra di origine – aggiunge la Coldiretti – per la quasi totalità hanno fatto “rifornimento” di prodotti calabresi (conserve, sott’oli, salumi etc ) e che consumeranno durante l’anno. Tra i prodotti che maggiormente hanno avuto il gradimento vi è sicuramente la “cipolla Rossa di Tropea IGP” glyphosate zero che ormai spicca e non può mancare nella cucina quotidiana e in quelle prestigiose; naturalmente anche il vino e l’olio, che hanno raggiunto livelli qualitativi di eccellenza sono stati tra i prodotti preferiti.

A seguire – continua Coldiretti – i salumi Dop Calabresi (soppressata, salsiccia, capocollo e pancetta) e la ‘nduja e poi ancora Caciocavallo silano Dop e pecorino delle varie zone della Calabria. Molto apprezzata anche la bevanda al caffè, il tonno e per l’artigianato in particolare i monili dell’oreficeria calabrese. Pochissimi tornano a mani vuote anche perché fanno dono di questi souvenir anche agli amici. L’acquisto di prodotti tipici come ricordo delle vacanze è una tendenza in rapido sviluppo favorita – sottolinea la Coldiretti – dal moltiplicarsi delle occasioni di valorizzazione dei prodotti locali che si verifica nei principali luoghi di villeggiatura, con percorsi enogastronomici, aziende e mercati degli agricoltori di Campagna Amica, feste e sagre di ogni tipo, vacanze negli agriturismi ma anche nella ristorazione in generale e negli eventi culturali. L’agricoltura calabrese con la sua straordinari biodiversità esaltata più volte anche da Vandana Shiva – conclude la Coldiretti – è tra le più green d’Europa e può contare oltre alle 269 bandiere del gusto, su 17 specialità Dop/Igp riconosciute a livello comunitario e 21 DOC e IGT».

E dopo la cena non vi resta che godervi la vita notturna tra locali e musica, sempre sul lungomare cittadino, pronto a regalare divertimento e intrattenimento. Anche in questo caso i locali propongono bevande e cocktail sorprendenti, cortesia e cuore fanno il resto, perché Crotone è terra d’accoglienza e la permanenza qui è sempre ben gradita. Inoltre nei prossimi mesi ci saranno numerosi eventi, alcuni anche di carattere nazionale che allieteranno ancor di più la bella stagione crotonese. A luglio in città si svolgerà la ventiduesima edizione del Meeting del Mare, un evento di intrattenimento che premia personalità di spicco non solo calabresi, e regala una serata di musica e divertimento.

A condurlo quest’anno, Massimo proietto, ormai padrone di casa della manifestazione, e Valerina Marini. Nel mese di agosto invece spazio alla cultura e allo spettacolo. A Cutro si svolgerà il tradizionale appuntamento con la Sfida Scacchsitica che ogni anno chiama a raccolta numerosi turisti, appassionati e curiosi e che rappresenta un fiore all’occhiello della stagione estiva dell’intera provincia. Cornice ormai consolidata della rivisitazione è la piazza dedicata a Giò Leonardo Di Bona e i figuranti rievocano proprio la vittoria de “Il Puttino” ai danni di monsignor Ruy López, vescovo di Segura. Il Premio Caccuri animerà invece il borgo crotonese con ospiti illustri e incontri interessanti. A Castelsilano invece, divertimento il 13 luglio con la gara degli asini. e allora prepariamoci a vivere Crotone, in tutta la sua bellezza.

CrotoneOk vi consiglia

Vinilico: il gusto incontra la musica e le eccellenze locali

Pubbliredazionale: C’è un nuovo locale in città, un luogo in cui il gusto incontra la musica, un ambiente caratteristico, accogliente, dove trascorrere piacevoli serate estive....

Columbus Natural Bar: un’estate tra gusto, musica e divertimento

Pubbliredazionale: Un’estate esplosiva da vivere, bere e soprattutto gustare. Anche quest’anno il Columbus Natural Bar, situato sul lungomare Cristoforo Colombo, propone un mix di eventi...

400 Gradi: la bontà della pizza e della carne servita in tavola

Pubbliredazionale: Un ambiente giovane e dinamico, un locale appena nato che ha già convinto tutti. A Crotone, su viale Magna Grecia, dal 13 giugno, ha...

Bar Giorgio: da 29 anni punto di riferimento sul lungomare cittadino

Pubbliredazionale: Semplicità con criterio e originalità sono le parole d’ordine del Bar Giorgio situato in via Colombo, 63 a due passi dalla costa. Nata nel...

Ristorante Pizzeria Orfeo: l’arte culinaria da gustare in una location suggestiva

Pubbliredazionale: Un viaggio nel tempo e nel gusto, un luogo suggestivo, una location affascinante e accogliente. Il Ristorante Pizzeria Orfeo, situato in via R. Margherita presso Vico...

Tiny House: una piccola ed accogliente casa di dolcezza

Pubbliredazionale: Sapori genuini da gustare in un ambiente accogliente e a due passi dal mare. Tiny House, situato in Viale Gramsci 130-132, è una piccola ed...

Mamma Mia: locale rinnovato, stessa qualità

Pubbliredazionale: Da diciotto anni è un punto di riferimento per i crotonesi e i visitatori della nostra città. La pizzeria, rosticceria, tavola calda e ristorante,...

Artefritto: la frittura di alta qualità che esalta i prodotti del territorio

Pubbliredazionale: Un micro ristorante specializzato nella frittura di qualità, un luogo in cui i prodotti della nostra terra vengono esaltati con un format alternativo. Artefritto è...