Vaccinazione Covid-19 all’Unical: parte la seconda fase

Vaccinazione Covid-19 all’Unical: parte la seconda fase

Riceviamo e pubblichiamo – Cosenza (CS) – Parte la seconda fase della vaccinazione contro il Covid-19 all’Università della Calabria. Conformemente alle indicazioni del Piano vaccinale nazionale, si procederà dal 31 maggio alla somministrazione della seconda dose del vaccino AstraZeneca (Vaxzevria). Tutto il personale docente e tecnico amministrativo che ha ricevuto la prima dose nello scorso mese di marzo, sarà contattato via mail con le indicazioni di data, ora e luogo in cui presentarsi per ricevere la seconda dose.

Le prenotazioni seguiranno l’ordine del primo ciclo di vaccinazioni e partiranno con un primo blocco di circa 700 persone, lunedì 31 maggio e martedì 1 giugno, con l’apertura di tre postazioni in Aula Magna e una postazione al Centro sanitario. Un secondo blocco è previsto dal 7 giugno, fino ad esaurimento prenotazioni. Nella prima fase i vaccinati sono stati oltre 1800. Anche in questa occasione, l’Unical si farà carico dell’organizzazione e di tutti i costi: ambulanza, medici, infermieri, amministrativi, caricamento in piattaforma.

Per garantire una gestione ordinata della somministrazione, le persone che riceveranno la comunicazione dovranno rispondere confermando la presenza (o rinunciando), tenendo conto che le prenotazioni non confermate saranno cancellate automaticamente tre giorni prima della data prevista.

Il giorno della vaccinazione, bisognerà presentarsi con un congruo anticipo al punto vaccinale indicato portando con sé un documento di riconoscimento e la scheda di anamnesi stampata e compilata, che poi sarà esaminata in sede con il medico responsabile della vaccinazione. In particolare, è importante segnalare eventuali modificazioni dello stato di salute e/o di patologia intercorse dopo la somministrazione della prima dose. È utile, infine, portare anche la ricevuta di vaccinazione rilasciata in occasione della somministrazione della prima dose.

È importante sottolineare che tutti gli studi clinici concordano sul fatto che la seconda dose di vaccino è necessaria per incrementare la risposta immunitaria, ottenere una protezione vaccinale ottimale e duratura.

Per ulteriori approfondimenti, in questa scheda l’Aifa (Agenzia italiana del farmaco) risponde alla principali domande sui vaccini a vettore virale contro il Covid-19
www.aifa.gov.it/domande-e-risposte-su-vaccini-vettore-virale

Università della Calabria