Vari sequestri di botti e fuochi d’artificio in Calabria, oltre due quintali

Vari sequestri di botti e fuochi d’artificio in Calabria, oltre due quintali

Polizia di Stato, carabinieri e Guardia di finanza hanno effettuato in varie località della Calabria alcuni sequestri di botti natalizi, per un peso complessivo di oltre due quintali.

Il sequestro più rilevante è quello eseguito a Lamezia Terme, nel Catanzarese, dove la Guardia di finanza ha rinvenuto nel garage di pertinenza delle abitazioni di due persone un quintale di giochi pirici che erano detenuti illegalmente.

A Sellia Marina i carabinieri della locale Compagnia hanno sequestrato 46 chilogrammi di botti che erano trasportati a bordo di un’automobile da tre giovani, che sono stati denunciati in stato di libertà all’autorità giudiziaria.

Un altro consistente sequestro di botti è stato effettuato dalla polizia a Condofuri, in provincia di Reggio Calabria, dove nell’abitazione di un uomo sono stati trovati 41 chilogrammi di botti, anche questi detenuti illegalmente.

L’ultimo sequestro è quello effettuato a Tropea. Qui il personale della Squadra mobile di Vibo Valentia, in una casa privata, ha scoperto un chilo e settecento grammi di materiale pirotecnico, oltre a 149 cartucce inesplose calibro 9. In questo caso la persona che custodiva il materiale rinvenuto nella sua ‘abitazione è stata arrestata e posta ai domiciliari.