(Video) Dal cuore della Calabria “I Giganti i Sabatinu”

(Video) Dal cuore della Calabria “I Giganti i Sabatinu”

Crotone – La Festa di Santa Lucia è così tradizionale a Crotone che la gente si riversa la sera del 13 dicembre a cercare la pira che poi verrà accesa. La luce emanata dal fuoco anticipa la notte di Natale, portandoci verso il giorno più bello dell’anno.

Ogni ragazzo raccoglie i pezzi di legno per costruire il fuoco più alto, mentre sulla spiaggia si riversano le persone che vogliono perpetuare questa tradizione e consegnarla alle nuove generazioni. E le nuove generazioni dei ragazzi del vibonese, “I Giganti i Sabatinu“, perpetuano la storia dei padri, e dallo zio “Sabatinu”, indossando i grandi abiti dei Giganti, camminando e ballando a ritmo di tamburi, divertendo e allietando le serate in Calabria. Un’altra tradizione preziosa, genuina e che ha il sapore di un passato che si tramanda, e che ha allietato questa sera l’accensione del fuoco di Santa Lucia, la cui pira è stata preparata da Giovanni e Serafino, nella spiaggia antistante la parrocchia del Carmine, nel cartellone delle “Xmas Invasion”, del Consorzio Jobel e Arci Crotone.

Loro sono quattro ragazzi, Giuseppe Belluso di Zambrone (frazione San Giovanni), Gabriele Piserà di Comerconi, Nicola Vecchio anche lui di Comerconi, GianMarco Di Gesu, Briatico.

«Sono nei Giganti i Sabatinu da sette o otto anni,  mio zio suonava il tamburo fino da ragazzo e ora ha tramandato questa passione a me – ci ha detto Gabriele Piserà – la danza di Mata e Grifone è un corteggiamento». Sì, la danza dei due giganti sovrasta la gente in festa perchè quel ritmo di tamburi porta allegria, favorendo la socialità mentre si assiste allo spettacolo:  «E’ importantissimo sopratutto tramandare la tradizione ai più piccoli perchè ci siamo cresciuti anche noi con queste due figure, è una cosa bellissima».