(Video) Un’esperienza nuova per il Liceo Classico Pitagora

(Video) Un’esperienza nuova per il Liceo Classico Pitagora

Un camice bianco e tanta voglia di pensare il proprio futuro: si è concluso per alcuni ragazzi del Liceo Classico Pitagora di Crotone un’esperienza nuova, tra robotica, computer e nuovi modi per curare le persone e rimetterle in forma. E loro, appassionati di medicina e orientati verso un futuro sanitario, hanno effettuato l’Alternanza Scuola Lavoro presso la struttura Anmic.

«La nostra scuola ancora una volta ci da la possibilità di metterci in gioco, di proiettarci quindi in quello che è il nostro mondo futuro attraverso l’Alternanza Scuola lavoro – è il pensiero della studentessa Silvia Gaetano –  in questo caso ovviamente questo tipo di alternanza Scuola Lavoro è mirato a tutti i ragazzi che hanno l’ambizione un giorno di entrare nell’ambito medico».

«E’ stato effettuato anche un sondaggio, analizzando il campo le classi delle classi quinte del Pitagora ed è emerso che le preferenze universitarie degli alunni si dividono in due, tra l’ambito giuridico ma con una grossa preferenza anche nell’ambito scientifico, quindi medicina e professioni sanitarie. Un complimento va fatto appunto alla nostra Dirigente della nostra scuola che ci ha permesso di sondare meglio il terreno e quindi capire meglio e favorire anche le nostre inclinazioni con il PTCO e con questa visita guidata e questo tirocinio che abbiamo avuto il piacere di fare», ha aggiunto  lo studente Riccardo Trolio.

E c’è stato il piacere di apprendere e vedere con mano realtà nuove: «Per noi è stato fondamentale approfondire sopratutto le patologie legate all’apparato muscolo scheletrico che abbiamo studiato al quarto anno in anatomia e fisiologia   – ha dichiarato  Emmanuel Labonia –  avendo un approccio che sia multidisciplinare, non solo legato alla fisiatria, all’ortopedia e alla neurologia, ma tutto l’aspetto ingegneristico che c’è dietro, con una serie di professionisti sanitari quali sono i fisioterapisti che poi rientrano nella scelta futura per chi effettivamente vuole intraprendere questi studi. Per noi è stata un’opportunità grande e sopratutto di confronto con una serie di professionisti che ci hanno insegnato molto e ci hanno dato la possibilità di approfondire questo ambito».

«Il Liceo classico si sta muovendo verso l’orientamento universitario – ci ha detto la professoressa del Liceo Classico Pitagora Mariella Cosentino – con questionari che abbiamo somministrato i ragazzi sono per lo più orientati verso l’ambito sanitario, questo è un modo pratico per far conoscere le strutture per orientarsi poi nella scelta universitaria, che sia la più oculata possibile».

La riabilitazione con l’utilizzo della robotica, della realtà virtuale e di molta tecnologia spiegata agli studenti del Pitagora: «Abbiamo mostrato l’aspetto pratico del mostro lavoro che si sono dimostrati interessatissimi, sopratutto nella robotica e della tecnologia impiegata nel nostro settore,  sia l’aspetto neurologico e l’aspetto ortopedico e traumatologico. Hanno fatto tante domande e spero che sia stato per loro un’esperienza utilissima» ha aggiunto Antonio Leto, coordinatore fisioterapia, che ha accompagnato questi ragazzi nelle attività di alternanza Scuola Lavoro presso l’Anmic.

Un esempio di attività e di un modo diverso di proporre sul territorio i servizi e il lavoro – ha concluso il presidente dell’Anmic Crotone Giuseppe Squillacioti questa struttura è nata con lo scopo di dare assistenza, e di utilizzare tutto lo scibile umano nel campo delle nuove tecnologie, perchè il futuro è questo, e i ragazzi devono confrontarsi con le tecnologie che stiamo utilizzando da anni».