Vivo il ricordo di Romeo Fauci, un esempio per le nuove generazioni crotonesi

Vivo il ricordo di Romeo Fauci, un esempio per le nuove generazioni crotonesi

Scomparso nel 2009, poco dopo aver ricevuto la croce d’oro al merito sportivo, che è la massima onorificenza del Coni,  è viva ancora oggi la memoria di Romeo Fauci, eletto primo presidente provinciale del Coni nel 1997, e poi vice presidente regionale nel 2008.

E sono diverse le persone che, questa mattina, lo hanno ricordato presso la  Biblioteca del Centro di documentazione di educazione motoria, fisica, sportiva e olimpismo antico dedicata proprio alla sua memoria, sita in Piazza Montessori a Crotone.

C’era la sua famiglia, i suoi amici, tutti coloro che lo hanno conosciuto dal vivo: “I giovani devono ricordare la sua figura come gliela trasmettiamo noi, per l’umanità, la professionalità che ha profuso nella sua breve vita ma che è stata incisiva – ha detto Santino Mariano dell’ufficio scolastico regionale –  Romeo era una persona che ha fatto molto per questa città e l’augurio è che il suo esempio possa essere seguito dalle future generazioni”.

Con Romeo Fauci sono state svolte tante iniziative, come i campionati studenteschi, che hanno portato in alto il nome della città di Crotone: “Ancora più bello è che a questa iniziativa vi siano tanti giovani, mio marito ha speso tante energia con la speranza di dare maggiore  possibilità ai tanti ragazzi del territorio, e spero che il suo impegno non venga perso – sono le parole della moglie Donatella Intrieri –  è molto bello che la città cominci a ricordare il suo operato”.

Nel suo impegno per il territorio, è riuscito a coinvolgere istituzioni, politica, sindacati e cittadini, fino alla riapertura dell’Aeroporto Sant’Anna di Crotone e ai voli civili di linea nel 1997. Presenti, tra i tanti, anche l’amico Vincenzo Saggese, Claudio Perri già presidente del Coni Crotone, Gianfranco Carabelli segretario generale Aoni, e i ragazzi del Liceo Musicale Gravina con la loro bravura e le loro note.