Vulvodinia. Giorgia Soleri e Damiano dei Maneskin alla Camera per proposta di Legge

Vulvodinia. Giorgia Soleri e Damiano dei Maneskin alla Camera per proposta di Legge

Abbiamo iniziato la nostra campagna dichiarando che le nostre patologie erano un ‘dolore senza voce’. Oggi, grazie al nostro lavoro, alle mobilitazioni, al lavoro di divulgazione delle attiviste e delle associazioni e alla collaborazione con le parlamentari e i parlamentari abbiamo una voce forte che sta arrivando ovunque”. A dirlo è il ‘Comitato Vulvodinia e Neuropatia del pudendo’, che ha ascoltato medici, pazienti e i loro familiari, presentando diverse istanze in Parlamento.

Un lavoro ampio che ha portato oggi, presso la Sala Stampa della Camera dei Deputati, alla conferenza di presentazione della proposta di legge per il riconoscimento di Vulvodinia e Neuropatia del Pudendo nei Livelli Essenziali di Assistenza del Sistema Sanitario Nazionale.

Alla conferenza hanno partecipato esponenti di entrambi i rami del Parlamento e la proposta è stata depositata alla Camera dei deputati e al Senato della Repubblica. “Quello di oggi è per noi un risultato importantissimo- fa sapere il Comitato- poiché è stata depositata una legge costruita dal basso per tutelare il nostro diritto alla salute, attualmente negato, e siamo felici che tante forze politiche abbiano scelto di appoggiarci in modo trasversale. Sappiamo, però, che è solo l’inizio e che dovremo ancora lottare per vedere questa legge calendarizzata al più presto”. Il testo è stato il frutto di un lavoro partecipato dal basso, che ha trovato la stessa condivisione in Parlamento, ottenendo l’appoggio trasversale della gran parte dei gruppi parlamentari che sono intervenuti durante la conferenza stampa: Partito Democratico, Movimento 5 Stelle, Forza Italia, Italia Viva, Lega Nord, Coraggio Italia, +Europa.

“Abbiamo ritenuto doveroso rispondere alla richiesta di maggiori tutele pervenuta da tantissime pazienti in questi mesi, depositando questa proposta di legge. La Vulvodinia e la neuropatia del pudendo sono tutt’altro che malattie rare in quanto affliggono una donna su sette. Nonostante l’altissima diffusione, sono patologie sottostimate da molti medici e misconosciute dalla società e, di conseguenza, ancora poco tutelate dallo Stato”, affermano Giuditta Pini (PD), prima firmataria alla Camera, e Giuseppe Pisani (M5S), primo firmatario al Senato.

Sono qui non solo per Giorgia ma per stare accanto a tutte le persone che soffrono e anche quelle che compongono il Comitato. Sono estremamente orgoglioso di far parte di questo progetto. Sono altrettanto felice che si sia arrivati in questo luogo, tra i più importanti. Ora possiamo solo sperare. Mi trovo qui in veste di alleato per dare il massimo sostegno ma il vero lavoro lo stanno facendo queste donne incredibili del Comitato”. Lo ha detto all’agenzia di stampa Dire Damiano dei Maneskin a margine della conferenza stampa per la presentazione del testo di legge sulla ‘Vulvodinia e Neuropatia del pudendo: disposizioni per il riconoscimento, la diagnosi e la cura di queste due malattie’ che si è tenuta questa mattina a Roma presso la Sala Stampa Camera dei Deputati.

“La giornata di oggi è importantissima. Quando ho iniziato a parlare della vulvodinia l’ho fatto proprio pensando ‘se il mio dolore può aiutare anche solo un’altra persona ha senso rinunciare alla mia privacy’. Parlarne inoltre era anche un modo per dare senso al mio dolore. Se per 11 anni ho sofferto, con un ritardo diagnostico di 8 anni, oggi pensare pensare che grazie a questa proposta di legge altre donne potranno evitare di vivere questo incubo, per me è importantissimo. Non avrei mai pensato di arrivare alla Camera dei Deputati e presentare questa proposta di legge che è stata scritta anche grazie al Comitato Vulvodinia e Neuropatia del Pudendo di cui faccio parte. Sono emozionata. Ora spero che tale proposta di legge venga calendarizzata, che passi e che soprattutto venga applicata nel concreto. Le leggi sono molto belle, ma sono ancora più belle quando vengono applicate non rimanendo solo parole”.

Lo ha detto all’agenzia Dire Giorgia Soleri, modella, influencer e membro del Comitato Vulvodiania e Neuropatia del Pudendo, a margine della conferenza stampa per la presentazione del testo di legge sulla ‘Vulvodinia e Neuropatia del pudendo: disposizioni per il riconoscimento, la diagnosi e la cura di queste due malattie’ che si è tenuta questa mattina a Roma presso la Sala Stampa Camera dei Deputati.

Fonte: Dire.it