Crotone, asili nido comunali ancora chiusi. I genitori: «Non vogliamo essere mamme e papà di serie C»

Crotone, asili nido comunali ancora chiusi. I genitori: «Non vogliamo essere mamme e papà di serie C»

Siamo già a metà settembre, si torna alla normalità e la scuola è pronta a ricominciare, le strutture private dedicate ai servizi per l’infanzia hanno iniziato la propria attività, gli asili nido comunali, invece, no! Con tutti i disagi del caso per tanti genitori che hanno necessità di usufruire di un servizio che dovrebbe essere, oltretutto, garantito.

Sono proprio i genitori ad inviare una lettera al sindaco del Comune di Crotone Vincenzo Voce, alla Giunta e al Consiglio comunale. Lettera che vi riproponiamo

È con sentimento di profondo rammarico che sono costretta a rappresentarLe la delusione di tante mamme riguardo al ritardo per l’apertura degli Asili nido Comunali “Sacconi” e “Sgrizzi” di Crotone e il Nido “Arcobaleno” di Cutro.

Siamo tutti d’accordo nel sottolineare ancora una volta che gli asili-nido rappresentano un servizio essenziale per le famiglie perché hanno lo scopo di provvedere alla temporanea custodia dei nostri bimbi, per assicurare una adeguata assistenza alla famiglia e anche per facilitare l’accesso a noi mamme e donne al lavoro nel quadro di un completo sistema di sicurezza sociale.

È svilente dover chiedere ai nostri familiari l’aiuto per la gestione dei nostri piccoli o ancora peggio dover pagare mensilmente baby-sitter e nidi privati per permetterci di poter andare a lavoro in tranquillità.

Siamo mamme che hanno già iscritto, anni addiètro, i nostri cuccioli, e mamme che vorrebbero iniziare questo nuovo percorso proprio quest’anno ma sono anni che chiediamo all’intera gestione comunale l’apertura a settembre dei servizi per la prima infanzia perché non siamo e non vogliamo essere mamme e papà di serie C.

Ad oggi, ancora, non sono state pubblicate le graduatorie. Solo qualche giorno fa é stato pubblicato il bando di gara che ancora una volta non parla di una data di apertura certa ma “la data di inizio del servizio é stimata PRESUMIBILMENTE PER IL 02/11/2022 ED É DA CONSIDERARSI INDICATIVA E NON PERENTORIA E POTREBBE VARIARE A SEGUITO DI EVENTUALI IMPREVISTI che potrebbero verificarsi in corso di gara”.

Inoltre circa 40 persone fra personale amministrativo, coordinatrici, educatrici e personale ausiliario sono in ansia riguardo il loro futuro lavorativo perché nel suddetto bando non c’è una clausola di salvaguardia che tuteli le lavoratrici. Abbiamo e avete una grande risorsa, perché l’intero staff che per anni ha lavorato nei Nidi di Crotone e Cutro, ha accolto i nostri piccoli con amore, cura e professionalità.

Li ha coccolati e guidati nel delicato percorso di crescita con continuità e dedizione e CHIEDIAMO che questa enorme risorsa venga tutelata e rispettata per garantire ai nostri bambini la giusta continuità didattica e a noi genitori la sicurezza di lasciarli in un luogo sicuro, stimolante e accogliente. Certi di un reale interessamento per la veloce risoluzione delle problematiche qui rappresentate rimaniamo in attesa di gentile riscontro.