Crotone, nel cuore della Giudecca un messaggio dedicato alle donne crotonesi

Crotone, nel cuore della Giudecca un messaggio dedicato alle donne crotonesi

Crotone – Sì, nel cuore della Giudecca, sotto l’arco del rione “Pescheria“, nell’incrocio tra via Suriano e Peschera sezione media, foriera di tanti ricordi, a due passi dalla casa del musicista Vincenzo Scaramuzza e del pittore Gaele Covelli, questa sera è stato inaugurato “Il Vicolo della Donna”, voluto da Soroptmist Crotone, per una città a misura femminile, che tuteli la donna e la valorizzi. Non solo protezione, dunque, dalla violenza, ma anche rispetto verso il lavoro femminile, soprattutto durante la maternità.

Otto artisti crotonesi, ovvero Mario Sposato, Teresa Riganello, Maria Stella Marino, Gabriella Frustaci, Andrea Russo, Pierangela Tirotta, Michele Amato, Irma Montesano, Bartolo Longo e Rino Rodio hanno donato le loro opere appese proprio sotto l’arco della Pescheria. Dipinti, ritratti e coloro adornano, dunque, uno spaccato di vita crotonese, di ieri e che guarda, appunto, al futuro con la rivalutazione del centro storico stesso.

“Vogliamo la parità delle donne, il vicolo è solo un mezzo perchè in effetti questo è un evento con il quale noi vogliamo parlare con le istituzioni e presentare un progetto internazionale voluta dalla presidente nazionale Giovanna Guercio – ha detto la past president di Crotone Agnese Agostinacchio  –  le risposte si possono trovare in eco sostenibilità, inclusione ed ambiente per delle città a misura di donna, e in particolare una Crotone che attenzioni la donna, e partecipare come Soroptmist ai tavoli istituzionali in cui ci si possa incontrare e presentare ognuno le proprie proposte”.

Presenti il Prefetto di Crotone Maria Carolina Ippolito, il sindaco di Crotone Vincenzo Voce, il Capitano del Comando dei Carabinieri di Crotone Rossella Pozzebon, tutte le socie del Soroptmist, gli artisti e tanti cittadini accorsi per l’occasione, soprattutto le donne.

Il contributo delle associazioni crotonesi  è fondamentale – ha ricordato il Prefetto di Crotone Carolina Ippolito  –  queste realtà associative sono molto votate al sociale e pronte a dare una mano alla città. E’ importante rivalutare il centro storico, che è particolarmente bello, e l’augurio è di utilizzare questi spazi valorizzandoli”.